Feeds:
Articoli
Commenti

Come tutti sappiamo il campionato del mondo della superbike è quello riservato alle derivate dalla serie.
Attualmente una casa costruttrice per poter iscrivere la propria moto al mondiale deve produrre almeno 1000 esemplari.
Mi sono accorto però di alcune novità che sono state apportate al regolamento, una di queste è quella che obbliga, dal 2010, le case produttrici partecipanti al campionato a produrre un numero minimo di moto pari a 3000 esemplari.
Tutto questo comporta per le case partecipanti un maggiore impegno nelle attività, contando anche un dispendio economico sempre più alto.
Mi scuso perchè in realtà questa regola è stata decisa già da tempo ma me ne sono accorto solo adesso e quindi ve la riporto!!!
apriliasbk09

Nell’attuale campionato del mondo della superbike ci sono molte giovani promesse come Michael Fabrizio e Ben Spies, ma non dimentichiamoci dei “Vecchietti” che danno sempre un gran spettacolo e che tra l’altro si giocano anche il titolo mondiale nonostante la loro età.
Sono tutti quei piloti che non ci stanno proprio a farsi mettere i piedi in testa dai più giovani. Parliamo di gente come Troy Corser, Max Biaggi, Noriyuki Haga, Carlos Checa, per citare i più importanti.
Questi piloti hanno saputo dare spettacolo ed emozionarci in passato nelle varie competizioni, ma da cosa possiamo vedere non hanno ancora smesso di farlo.
Chissà chi vincerà alla fine del campionato??
Giovane o vecchio??
200px-troy_corser

Prossimo gp: Assen!!!

Domenica 26 riprende il mondiale superbike arrivato già alla sua quarta prova. La pista dove si andrà a correre è Assen in Olanda, soprannominata l’università del motociclismo per le sue caratteristiche molto particolari.
Il circuito infatti alterna lunghi rettilinei a curve molto impegnative, mantenendo per tutto il suo percorso una larghezza molto limitata.
A chi toccherà quest’anno conseguire la laurea in questo circuito??
assen-circuito

Voglia di superbike!!

Ragazzi è ufficiale, non ce la faccio più a stare senza superbike.
Anche se la scorsa settimana c’è stato il Gran Premio del Qatar a colmare il vuoto lasciato dalla sosta della superbike non resisto più, anche perchè a mio parere lo spettacolo che offre quest’anno è inavvicinabile neanche dal più blasonato motomondiale.
Speriamo che il 26 arrivi in fretta perchè non ce la faccio più!!!

Carl George Fogarty conosciuto da tutti come “King Carl” è un pilota Britannico che deve il suo soprannome al dominio incontrastato che ha esercitato con le sue Ducati.Si tratta infatti del pilota più vincente in assoluto nella storia della superbike con 4 titoli mondiali vinti e 59 gare terminate al comando.
La carriera di Fogarty in superbike può considerarsi relativamente breve, infatti dopo soli 9 anni dovette abbandonare il mondiale nel 2000 per una bruttissima caduta sulla pista di Philip Island.
Nonostante la sua breve parentesi Carl riuscì a conquistarsi un posto nella storia della superbike che sarà impossibile cancellare.
Grazie Carl!!!
carl_fogarty

Un po’ di tenere notizie per la superbike. Il pilota romano dell’Aprilia, Max Biaggi, ha annunciato in un’intervista la dolce attesa della sua compagna, l’ex miss Italia Eleonora Pedron.
Magari tra qualche anno vedremo un piccolo Biaggino in sella ad una moto, con un padre così è molto probabile!!biaggi-346x212

Da quando esiste il World Superbike Championship, ovvero dal 1988, mai nessun pilota italiano è riuscito ad aggiudicarsi il titolo mondiale della categoria.
I piloti che sono andati più vicino all’impresa mi pare siano stati Pierfrancesco Chili nel 1998 e Max Biaggi nel 2007 in sella alla Suzuki del team Alstare, portando a casa rispettivamente un 4° ed un 3° posto finale.
Proprio Max rappresenta una delle più grandi speranze di vittoria finale del mondiale sulla sua Aprilia RSV4.
Da non dimenticare anche il giovane Michael Fabrizio dotato di grande talento e soprattutto di una Ducati ufficiale con la quale potrebbe portare delle piacevoli sorprese.
Forza ragazzi!!!!